mercoledì, Gennaio 20, 2021

In Evidenza

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Autorizzato anche in Europa il vaccino Pfizer-BioNTech

La Commissione Europea ha autorizzato la distribuzione dopo la raccomandazione dell'Ema

La Commissione Europea ha autorizzato la distribuzione e la somministrazione del vaccino anti covid-19 sviluppato da Pfizer e BioNTech. L’approvazione è arrivata dopo che l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) aveva raccomandato questa decisione alla Commissione.

La riunione dell’EMA per valutare il vaccino era inizialmente fissata per il 29 dicembre ma è stato deciso di anticiparla: questa decisione aveva destato grandi speranze negli osservatori fiduciosi che la direzione intrapresa fosse l’approvazione del vaccino che infatti è arrivata. Dopo il via libera della Commissione si può ora procedere verso la somministrazione di massa in tutta l’UE a partire dal 27 dicembre 2020, data simbolica ad indicare i 27 Paesi membri dell’Unione.

Lo stesso vaccino quindi che viene già somministrato da alcuni giorni negli Stati Uniti e nel Regno Unito sarà ora distribuito anche in Europa. Secondo una clausola dei trattati gli Stati membri dell’UE avrebbero potuto approvare il vaccino anti covid in maniera autonoma seguendo una procedura d’emergenza ma si è preferito procedere in maniera compatta attendendo tutti l’approvazione dell’EMA.

L’Unione Europea, fino ad oggi, ha prenotato 300 milioni di dosi del vaccino sviluppato da Pfizer-BioNTech che verranno integrate con l’acquisto di dosi degli altri vaccini in sperimentazione nella speranza che vengano confermati i risultati incoraggianti degli ultimi test.

Alcuni Paesi europei sembrano più pronti di altri a partire con la vaccinazione di massa, in testa Francia e Germania che partiranno effettivamente dal 27 dicembre. Per altri, la data del 27 sarà solamente una partenza simbolica per poi iniziare la vera campagna vaccinale nei giorni successivi. In Italia, il commissario straordinario Domenico Arcuri ha indicato come periodo di partenza per una vaccinazione a tappeto metà gennaio.

Ultimi Articoli

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Natale, boom delle vendite alimentari: +20%

A trainare è in particolare il settore del pesce e dei vini.