martedì, Novembre 24, 2020

In Evidenza

Censis: con la crisi ci sono 600mila nuovi poveri

Più di un italiano su 2 ha paura di restare senza fonti di reddito

Competitività aziende, crescono fatturato e numero di addetti

Nel 2018 il fatturato cresce del 3,8% in Italia e del 3,3% all’estero

Covid: in ottobre denunciati all’Inail 12mila contagi sul lavoro

Il nuovo report elaborato dall’Istituto conferma la recrudescenza della seconda ondata

Biden ha scelto Anthony Blinken come Segretario di Stato

A lui il compito di rilanciare il ruolo degli Stati Uniti in politica estera

Costruzioni: Istat, a settembre produzione in calo dell’8,1%

Nel terzo trimestre registra invece un deciso aumento del 50,7%

Settore delle costruzioni in difficoltà in Italia. Dopo la ripresa osservata nei mesi centrali dell’estate – spiega l’Istat -, la produzione nelle costruzioni registra, al netto dei fattori stagionali, una flessione congiunturale a settembre. Resta, invece, positivo il confronto rispetto allo stesso periodo del 2019 così come quello con febbraio 2020, mese immediatamente precedente la crisi. Nonostante tale diminuzione, però, il terzo trimestre si chiude con un notevole aumento congiunturale, che porta il livello dell’indice destagionalizzato al di sopra di quello osservato nel corso del 2019. Peraltro, resta negativo il bilancio nel complesso dei primi nove mesi di quest’anno.

A settembre l’istituto di statistica stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni diminuisca dell’8,1% in confronto ad agosto, segnando una flessione dopo quattro mesi di crescita. Nella media del terzo trimestre 2020 la produzione nelle costruzioni registra un notevole aumento rispetto al trimestre precedente (+50,7%), periodo in cui il settore aveva sofferto per la prolungata chiusura di molte attività a causa dei provvedimenti legati all’emergenza sanitaria.

Su base annua l’indice corretto per gli effetti di calendario della produzione nelle costruzioni (i giorni lavorativi di calendario sono stati 22 contro i 21 di settembre 2019) cresce del 5,1% e l’indice grezzo registra un incremento del 8,8%. Nella media dei primi nove mesi dell’anno, l’indice corretto per gli effetti di calendario e l’indice grezzo diminuiscono, rispettivamente, del 12,0% e del 11,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente

Ultimi Articoli

Censis: con la crisi ci sono 600mila nuovi poveri

Più di un italiano su 2 ha paura di restare senza fonti di reddito

Competitività aziende, crescono fatturato e numero di addetti

Nel 2018 il fatturato cresce del 3,8% in Italia e del 3,3% all’estero

Covid: in ottobre denunciati all’Inail 12mila contagi sul lavoro

Il nuovo report elaborato dall’Istituto conferma la recrudescenza della seconda ondata

Biden ha scelto Anthony Blinken come Segretario di Stato

A lui il compito di rilanciare il ruolo degli Stati Uniti in politica estera

Covid: finanziamenti a fondo perduto Veneto

Tutte le soluzioni per le aziende che operano nella Regione