mercoledì, Gennaio 20, 2021

In Evidenza

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Covid: finanziamenti a fondo perduto Veneto

Tutte le soluzioni per le aziende che operano nella Regione

La crisi che attanaglia le aziende italiane a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha colpito anche moltissime aziende in Veneto. Ecco perchè ricorrere ai finanziamenti a fondo perduto può essere un valido rimedio per sopravvivere e onorare tutte le spese che le aziende, particolarmente provate a causa dei provvedimenti restrittivi imposti dal governo, dovranno sostenere entro la fine del 2020. Sono tante le scadenze fiscali in arrivo e non tutte le aziende sono in grado di poterle onorare al meglio. Ecco perchè abbiamo ritenuto di darvi conto di alcune soluzioni di finanziamento a fondo perduto riservate alle aziende nate nella regione veneta.

Uno dei finanziamenti più interessanti è quello relativo al “Bando per il sostegno all’acquisto di servizi per l’internazionalizzazione da parte delle PMI”. Una misura che la Regione Veneto ha predisposto al fine di sostenere l’internazionalizzazione delle imprese venete. Un bando che ha già visto aperte due finestre a febbraio e maggio e che aprirà la terza finestra dal 10 dicembre 2020 al 18 febbraio 2021. La domanda per la richiesta di questi fondi va redatta online prima dell’apertura dello sportello. Il bando vede come destinatarie alcune categorie specifiche di aziende. Si tratta delle aziende micro e delle piccole e medie imprese che operano esclusivamente nella regione veneta. Il bando è anche rivolto ai consorzi e alle società consortili, oltre alle società cooperative.

Quali progetti verranno finanziati?

Il bando è mirato a supportare tutti quei progetti che durano non più di 12 mesi. In pratica sono tutti quei progetti che si configurano come un reale supporto all’internazionalizzazione delle imprese manifatturiere. I finanziamenti agevolano gli imprenditori nel sostenere i costi relativi ai servizi di consulenza ed assistenza specialistica e per i servizi esterni. Nel dettaglio sono previste le spese per la Pianificazione Professionale, per la Pianificazione Strategica, per il Supporto Normativo e Contrattuale e per l’Affiancamento specialistico mediante un Temporary Export Manager (TEM).

Per pianificazione promozionale si intendono tutte le azioni finalizzate alla comunicazione, alla promozione del proprio progetto e alla ricerca di partner esteri. Le spese per la Pianificazione Strategica riguardano nel dettaglio l’elaborazione di piani di marketing e di penetrazione commerciale oltre all’elaborazione di brand specifici per i mercati identificati come target. Sono anche sostenuti tutti i costi relativi agli aspetti legati alla fiscalità, agli aspetti legislativi e procedurali che sono strettamente connessi.

Le agevolazioni contenute nel Bando

Il bando prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto per un massimo di 40 mila euro che coprirà dal 30% al 50% dei costi ammissibili sulla scorta della tipologia di servizio del richiedente. Tutte le domande vanno presentate esclusivamente online utilizzando il Sistema Informativo Unificato per la Programmazione Unitaria (SIU) della Regione Veneto.

Finanziamenti Regione Veneto a fondo perduto: Invitalia

Anche le aziende venete possono fruire dei finanziamenti Smart e Start Italia previsti da Invitalia. Si tratta di un programma che promuove e sostiene la nascita e l’incubazione delle startup innovative italiane che sviluppano prodotti, servizi o soluzione nell’ambito specifico dell’economia digitale o che promuovono la ricerca pubblica e privata. Le startup che possono accedere a questi finanziamenti devono essere state fondate da non oltre 5 anni. I finanziamenti finanziati dal programma di Invitalia prevedono l’erogazione di fondi da 100.000 euro e 1.500.000 euro tramite prestiti bancari a tasso zero. L’agevolazione compre l’80% dell’importo investito o il 90% per le società composte solo da donne, o da giovani di età non superiore a 36 anni. L’agevolazione riguarda tutti gli investimenti materiali e immateriali a sfondo tecnologico e i costi di gestione sostenuti per l’avvio della stessa azienda.

Ultimi Articoli

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Natale, boom delle vendite alimentari: +20%

A trainare è in particolare il settore del pesce e dei vini.