mercoledì, Gennaio 20, 2021

In Evidenza

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

La nuova legge di bilancio ha introdotto una serie di misure a sostegno delle famiglie italiane che versano in condizioni di disagio economico a causa dell’emergenza Covid che ha determinato blocchi e restrizioni. Il “Fondo assegno universale e servizi alla famiglia” è sicuramente tra le misure principali. In questo fondo, stando a quanto ha comunicato lo stesso ministro del Tesoro, saranno trasferite le risorse previste per l’assegno di natalità (c.d. bonus bebè) e i fondi per finanziare il Bonus asilo nido. Nello stesso Fondo sono state inserite le risorse mirate agli interventi in materia di sostegno e valorizzazione della famiglia, con particolare attenzione per quei nuclei familiari con figli. Nella nuova manovra finanziaria è stato anche istituito un fondo a carattere strutturale, il cosiddetto “Fondo per la disabilità e la non autosufficienza”, per il quale l’esecutivo ha stanziato risorse per ben 29 milioni di euro per l’anno in corso e 200 milioni per il prossimo anno. Negli anni successivi al 2021 saranno stanziati oltre 300 milioni di euro. Si tratta di una misura a favore della disabilità, per agevolare e aiutare le famiglie nel cui nucleo familiare vi sia almeno un soggetto portatore di handicap.

Nella nuova manovra l’esecutivo ha anche incrementato le risorse per il Fondo dedicato ai caregiver, e per il “Fondo Dopo di noi”. Nuove risorse sono state stanziate anche per alimentare il comparto della mobilità delle persone disabili e per venire incontro alle famiglie nei cui nuclei familiari vi sono persone sorde o che soffrono di ipoacusia. Numerosi sono stati anche gli stanziamenti riguardanti le famiglie fra i quali anche il cosiddetto “Premio alla nascita” o all’adozione di minorenni. Si tratta di un assegno una tantum che prevede la corresponsione di 800 euro già previsto dalla precedente legge di stabilità del 2017.

Tra le misure confermate spicca anche il sussidio riservato ai nuovi nati a ai bambini adottati nel periodo che intercorre tra il primo gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 stanziato per le famiglie con valori bassi di reddito ISEE (bonus bebé) già introdotto nel 2015 dalla legge di stabilità e che nel corso degli anni è stato sempre confermato con un incremento del 20% dal 2019 relativamente ai figli successivi al primo. E’ stato anche confermato il Bonus elettrodomestici 2020 che consente alle famiglie di ottenere uno sconto Irpef del 50% per le spese sostenute per acquistare nuovi elettrodomestici (non online) con un tetto massimo di 10.000 euro. L’incentivo che varrà per l’intero anno 2020 (na che molto probabilmente verrà procrastinato anche nel nuovo anno) riguarda l’acquisto di asciugatrici, lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, forni e altri beni mobili. La condizione primaria è che questi elettrodomestici siano classificati come classe energetica non inferiore ad A+.

I Bonus e le Agevolazioni per le Famiglie

La nuova manovra finanziaria ha inoltre rafforzato altre prestazioni per la famiglia fra le quali anche il buono per le rette per gli asili nido pubblici o privati, utilizzabile anche per il sostegno a domicilio dei bambini di età inferiore ai tre anni affetti da gravi patologie. Il buono è pari a 1.500 euro per le famiglie il cui ISEE eccede i 40.000 euro mentre sale a 2.500 euro nel caso in cui l’ISEE del nucleo familiare è compreso tra 25.001 euro e 40.000 euro. Sale ancora a 4 mila euro per le famiglie con Isee inferiore a 25.000 euro. Altre risorse sono state stanziate per rimpinguare alcuni Fondi sociali, fra i quali il Fondo Dopo di Noi, il Fondo per le non autosufficienze e il Fondo politiche per la famiglia al fine di incrementare ulteriormente le risorse a disposizione delle famiglie disagiate a causa delle restrizioni per arginare la diffusione dei contagi da Covid.

I Contributi Regionali per le Famiglie

Alcune regioni specifiche hanno introdotto interventi ulteriori per le famiglie disagiate a causa del Coronavirus. La Giunta Regionale dell’Emilia Romagna ha stanziato 2 milioni e 650mila euro in più oltre ai 15 milioni già assegnati a fine maggio a titolo di contributo per l’affitto per le famiglie svantaggiate. Si tratta di un contributo diretto per le famiglie che non possono pagare la pigione mensile. Si tratta di contributo per l’affitto fino a 1.500 euro parametrato in base alla riduzione di reddito causato dall’emergenza sanitaria. Molti comuni italiani stanno stanziando notevoli risorse che si sommeranno a quelle già previste dalla nuova manovra finanziaria, a beneficio delle famiglie che possono dimostrare di aver subito un forte pregiudizio economico a causa delle chiusure e delle restrizioni.

Ultimi Articoli

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Natale, boom delle vendite alimentari: +20%

A trainare è in particolare il settore del pesce e dei vini.