martedì, Ottobre 27, 2020

In Evidenza

Istat, cresce il numero delle aziende che vendono online

Il commercio su internet vale 44 miliardi di euro

Whatsapp, le funzioni che, forse, non conosci

Strategie e segreti sull’utilizzo dell’applicazione di messaggistica più famosa al mondo

Cosa prevede il nuovo DPCM firmato dal premier Conte

Nuovi divieti in vigore dalla mezzanotte di domenica 25 ottobre

Calendario Economico della Settimana: 26 Ottobre-1 Novembre

Tutti i principali appuntamenti economici italiani e internazionali

Macron impone il coprifuoco in alcune zone della Francia

Dalle ore 21 fino alle 6 del giorno dopo chiusure per ristoranti, cinema e pub

Il presidente francese Emanuel Macron ha annunciato, durante una diretta televisiva, l’entrata in vigore di nuove misure per contrastare la diffusione del coronavirus. Nella regione dell’Île-de-France, dove si trova Parigi, e nelle aree metropolitane di Lille, Rouen, Saint-Etienne, Toulouse, Lione, Grenoble, Aix-Marsiglia e Montpellier a partire da sabato 17 ottobre sarà imposto il coprifuoco dalle ore 21 fino alle 6 del giorno dopo.

Per tutta la durata del provvedimento bar, ristoranti, pub, locali, cinema e teatri dovranno tenere abbassate le saracinesche. Nessun divieto, almeno per il momento, agli spostamenti che però dovranno essere giustificati attraverso un’autocertificazione. Per i trasgressori previste multe fino a 135 euro.

La decisione di chiusura anticipata per molti luoghi di ritrovo è arrivata dopo che nel Paese d’oltralpe si sono raggiunti per diversi giorni gli oltre 20mila casi giornalieri, l’obbiettivo è ora quello di riuscire a ridurli fino a quota 3-5mila. In Francia la pandemia sta vivendo una seconda ondata piuttosto violenta, nella giornata di ieri i decessi sono stati 108 per un totale di 33.056 dall’inizio della pandemia. Nelle terapie intensive i ricoveri per covid sono circa 1600 su 5000 posti disponibili.

Il coprifuoco dovrebbe durare 4 settimane ma il governo francese punterà ad estenderlo fino a 6, per farlo, però, avrà bisogno del voto favorevole del parlamento. Nel frattempo lo stato di emergenza sanitaria è rientrato in vigore in tutto il territorio nazionale dopo che era stato dichiarato concluso il 10 luglio scorso.

Macron ha spiegato come le parziali chiusure che sono state imposte per i prossimi mesi permetteranno di non indebolire eccessivamente l’economia e di poter continuare a tenere le scuole aperte: “dobbiamo ridurre i contatti più inutili, quelli, per così dire, frivoli, ma continuare ad avere una vita sociale al lavoro dove sappiamo proteggerci bene”.

Durante il discorso alla nazione il presidente francese ha invitato tutti a scaricare l’app di contact tracing (fino ad ora non aveva funzionato), e ha parlato anche di smart working sottolineando come debba essere utilizzato in modo intelligente e non imposto in maniera indiscriminata.

Ultimi Articoli

Istat, cresce il numero delle aziende che vendono online

Il commercio su internet vale 44 miliardi di euro

Whatsapp, le funzioni che, forse, non conosci

Strategie e segreti sull’utilizzo dell’applicazione di messaggistica più famosa al mondo

Cosa prevede il nuovo DPCM firmato dal premier Conte

Nuovi divieti in vigore dalla mezzanotte di domenica 25 ottobre

Calendario Economico della Settimana: 26 Ottobre-1 Novembre

Tutti i principali appuntamenti economici italiani e internazionali

Nella Moda italiana lavorano 472mila addetti, prima in UE

Confartigianato: Gli investimenti raggiungono gli 1,1 miliardi l'anno, traineranno la ripresa