mercoledì, Gennaio 20, 2021

In Evidenza

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Migliori incubatori italiani per Startup

Solo nell'ultimo anno hanno registrato una crescita del 15%

Sono quasi 200 (197 per la precisione) gli incubatori e gli acceleratori di startup presenti in Italia secondo il rapporto del Social Innovation Monitor (SIM) nella rilevazione di gennaio 2020. Solo nell’ultimo anno si è verificata una crescita del 15% del numero di incubatori, con conseguente crescita anche del numero di startup e dei posti di lavoro creati attraverso questo business innovativo. In questo articolo vedremo quali sono i migliori incubatori italiani di startup per risultati ottenuti.

Il migliore incubatore per startup italiano: I3P

I3P, l’Innovative Business Incubator del Politecnico di Torino, è stato riconosciuto come il miglior incubatore di startup italiano su scala globale dall’UBI Global World Rankings of Business Incubators and Accelerators 2019-2020, la più importante classifica sull’incubazione universitaria affiliata e programmi di accelerazione elaborati da UBI Global, che nel 2019 ha analizzato 364 programmi a livello globale.

Dal 2013 l’associazione indipendente svedese UBI Global si occupa di stimare la performance degli incubatori universitari. Dalle ultime rilevazioni, I3P si è rivelato essere l’incubatore più performante secondo alcuni parametri importanti come la dimensione del portafoglio di startup accettate e i business plan, le performance delle startup in termini di raccolta fondi e valore generato per l’ecosistema in cui opera l’incubatore. Un premio che è giunto in occasione del ventesimo anniversario dalla fondazione di I3P a riconoscimento del grande lavoro svolto dai vari partner e dallo stesso staff dell’Incubatore. Un incubatore che ha saputo creare un ambiente positivo per le start up innovative che hanno attinto alle competenze tecnico-scientifiche per sviluppare il proprio business accedendo a risorse umane altamente qualificate.

I risultati della classifica riflettono la buona performance delle aziende supportate da I3P: nei primi mesi del 2019 le startup supportate negli ultimi anni hanno raccolto seed totali e investimenti anticipati per 13 milioni di euro, raggiungendo circa 90 milioni di euro di post-money aggregato valore. Dati che attestano l’ottimo lavoro svolto dallo staff di I3P, un incubatore che sembra essere tra i più preparati in assoluto ad accettare le sfide che si presenteranno in futuro.

I3P è stata fondata nel 1999 ed ha avuto il merito di essere annoverato tra i primi incubatori pubblici in Italia ed è collegata al Politecnico di Torino. Oggi è una società per azioni di proprietà del Politecnico di Torino, Fondazione LINKS, Camera di Commercio di Torino, Finpiemonte, Città Metropolitana di Torino e Fondazione Torino Wireless. La sua missione è supportare startup e spinoff innovativi e high tech, con l’obiettivo di generare sviluppo economico e occupazione in filiere industriali innovative.

PoliHub

Tra i migliori incubatori di startup italiani (e tra i migliori al mondo) non può non essere menzionato PoliHub, uno dei più competitivi a livello globale, ritenuto a ragione da UBI una delle più prestigiose in assoluto per valore generato per l’ecosistema, per l’occupazione creata, per l’elevato valore delle startup incubate ma anche per l’attrattività per le startup e l’ecosistema. Il benchmark di PoliHub ha evidenziato punteggi molto competitivi in fatto di valore creato per le startup, ma anche per quanto concerne lo sviluppo delle competenze e della capacità di attrazione dei capitali. PoliHub spicca anche per la qualità dei servizi di trasferimento tecnologico evidenziate attraverso le proprie piattaforme di scouting realizzate anche grazie alla sinergia e alla partnership  con il Distretto di Innovazione del Politecnico di Milano.

The Hive

Si tratta di un incubatore di Startup certificato dal MISE dal 2014 che fornisce adeguati standard di assistenza non sono alle startup ma anche ai professionisti e alle PMI per crescere rapidamente e in maniera profittevole. Si tratta di un incubatore in grado di fornire consulenza strategica sia in materia di finanza agevolata che per l’avvio e il consolidamento del business aziendale. Il suo lavoro di supporto sia in fase di presentazione delle domande di finanziamento che per quanto concerne la rendicontazione dei bandi, ha aiutato molte startup a crescere nel tempo e a centrare risultati di prestigio.

Ultimi Articoli

Covid, gli aiuti previsti per le famiglie italiane

Le novità introdotte dalla nuova legge di bilancio

Imprenditori Italiani: La Storia di Brunello Cucinelli

La sua azienda oggi vanta una capitalizzazione di mercato di oltre 1,5 miliardi di dollari

Biogas, da RGS un cogeneratore per manutenzione impianti

L’azienda piacentina mette a punto una soluzione innovativa a sostegno delle imprese del settore

Confesercenti, il turismo è tornato ai livelli del 1969

Il crollo del settore ha penalizzato anche i consumi: in fumo oltre 50 miliardi di euro

Natale, boom delle vendite alimentari: +20%

A trainare è in particolare il settore del pesce e dei vini.