martedì, Novembre 24, 2020

In Evidenza

Biogas, RGS aiuta le imprese con il servizio Prime

Un magazzino condiviso di ricambi per tutti gli impianti senza interrompere la produzione

Qualità dell’aria, la Pianura Padana tra le peggiori d’Europa

Stilato il decimo Rapporto sulla qualità dell'aria 2020 dall'Agenzia europea per l'ambiente

Censis: con la crisi ci sono 600mila nuovi poveri

Più di un italiano su 2 ha paura di restare senza fonti di reddito

Competitività aziende, crescono fatturato e numero di addetti

Nel 2018 il fatturato cresce del 3,8% in Italia e del 3,3% all’estero

Prima Assicurazioni, tech company con oltre 700 mila clienti

Nonostante il lockdown chiude il primo semestre dell'anno in crescita

Prima Assicurazioni, con gli oltre 700 mila clienti attivi (dati mese giugno 2020), ha chiuso brillantemente il primo semestre dell’anno evidenziando una forte crescita anche in questo periodo particolarmente ostico per le imprese, caratterizzato dal blocco delle attività a causa del lockdown. La startup italiana in realtà opera come una vera e propria agenzia assicurativa specializzata nel settore delle polizze per auto, per moto e mezzi commerciali. Solo nel primo semestre del 2020 ha raccolto qualcosa come 115,1 milioni di euro, facendo registrare un incremento record del 94% rispetto all’anno precedente, in cui sono stati raccolti 59,3 milioni di euro. La tech company italiana ha già toccato quota 737 mila clienti, a fronte dei 367 mila dell’anno precedente. Un incremento che afferma in modo plastico l’ottima strategia omnicanale che opera attraverso una qualificata e ben articolata rete di agenti e broker che cresce di mese in mese. Solo nei primi sei mesi dell’anno in corso ha venduto qualcosa come 462 mila polizze, un dato che fa impallidire le 243 mila polizze vendute nello stesso periodo del 2019.

E tutto questo, nonostate il forte rallentamento dell’economia registrato durante il lockdown, compensato da una ripresa delle attività che si è rivelata quantomai positiva per la tech company i cui risultati hanno superato ogni più rosea aspettativa. La startup italiana ha inaugurato un nuovo modo di approcciarsi alla ricerca dell’Rc auto più conveniente grazie all’ottimo lavoro del team di professionisti e all’approccio “data-driven” che ha migliorato anche lo standard dei servizi offerti dal gruppo al cliente.

La crescita esponenziale della startup italiana

L’incremento del business di Prima Assicurazioni è stato molto evidente soprattutto nel secondo trimestre del 2020, in cui si sono registrati circa 70,6 milioni di euro di raccolta premi, con una crescita esponenziale del 111% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In questo periodo la crescita del numero di clienti ha fatto registrare ben 207 mila unità in più a fronte dei 92 mila dello stesso trimestre del 2019. Complessivamente le polizze vendute in aprile-giugno 2020 hanno superato le 290 mila unità, con un incremento del 108% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Raggiante per i risultati ottenuti, il Chief Finanzial Officier della tech company italiana, Mauro Piccinini, che in una intervista al sito Insurzine.com ha spiegato le ragioni del successo della sua azienda. Piccinini ha elogiato le scelte fatte dall’azienda che ha continuato ad investire anche in un periodo critico, lanciando fra l’altro un nuovo prodotto riservato agli agenti, Prima Black, aprendo inoltre una nuova sede a Roma. Una strategia che ha portato una ulteriore crescita specialmente da metà maggio, raddoppiando il volume dei premi raccolti a fine anno, rispetto agli esercizi precedenti. La tech company oggi può vantare circa 240 dipendenti, mentre l’anno precedente i collaboratori erano complessivamente 121 con un’età media del personale di 31 anni.

Il progetto pilota lanciato nel 2019

Nel 2019 Prima Assicurazioni ha avviato un progetto pilota attraverso il quale è stato inaugurato un canale fisico delle vendite, mentre il canale indiretto ha ottenuto una crescita esponenziale, parallelamente alla crescita costante del canale diretto. Tutto ciò è valso nel primo semestre un incremento del +90% del numero di polizze (462 mila). In totale la rete di agenzie di Prima Assicurazioni ha superato le 200 unità solo nel mese di giugno di quest’anno. La qualità della rete di intermediari abbinata ad un’offerta di servizi molto apprezzata dalla clientela sono stati i veri punti di forza di Prima Assicurazioni.

La competitività dei prodotti, ma anche la velocità della piattaforma digitale, rappresentano uno dei fiori all’occhiello di questa startup destinata a crescere ancora in modo esponenziale in un futuro prossimo. Non è un caso che il gruppo valuta costantemente nuove candidature per incrementare il numero di agenti. Proprio per ingolosire i nuovi candidati, Prima Assicurazioni ha lanciato a maggio Prima Black, un prodotto esclusivo per gli agenti che prevede una flessibilità tariffaria e un’elevata remunerazione. A fine giugno, a un mese dal lancio, la piattaforma online dedicata è diventata operativa per tutte le agenzie fisiche sparse per il territorio nazionale. Una piattaforma rapida e intuitiva che in soli 30 secondi è in grado di emettere un preventivo, senza la necessità di caricamento dei documenti. La piattaforma prevede altresì il monitoraggio costante della produzione e della commissione.

Nata solo nel 2015 grazie all’elevata competenza del team di professionisti, la tech company italiana ha raggiunto una posizione distintiva nel mercato assicurativo italiano, conquistando rapidamente la fiducia di investitori e clienti. Nel 2018 è anche arrivato uno storico accordo con Goldman Sachs e Blackstone mirato a semplificare ancora di più l’approccio della clientela verso il mondo delle assicurazioni auto. L’elevata affidabilità nella gestione sinistri, l’ampia rete di carrozzerie convenzionate presenti in tutta Italia e la trasparenza nelle condizioni applicate, sono i tre pilasti che consentono al cliente di poter godere di una protezione ampia e qualificata.

Ultimi Articoli

Biogas, RGS aiuta le imprese con il servizio Prime

Un magazzino condiviso di ricambi per tutti gli impianti senza interrompere la produzione

Qualità dell’aria, la Pianura Padana tra le peggiori d’Europa

Stilato il decimo Rapporto sulla qualità dell'aria 2020 dall'Agenzia europea per l'ambiente

Censis: con la crisi ci sono 600mila nuovi poveri

Più di un italiano su 2 ha paura di restare senza fonti di reddito

Competitività aziende, crescono fatturato e numero di addetti

Nel 2018 il fatturato cresce del 3,8% in Italia e del 3,3% all’estero

Covid: in ottobre denunciati all’Inail 12mila contagi sul lavoro

Il nuovo report elaborato dall’Istituto conferma la recrudescenza della seconda ondata