martedì, Novembre 24, 2020

In Evidenza

Censis: con la crisi ci sono 600mila nuovi poveri

Più di un italiano su 2 ha paura di restare senza fonti di reddito

Competitività aziende, crescono fatturato e numero di addetti

Nel 2018 il fatturato cresce del 3,8% in Italia e del 3,3% all’estero

Covid: in ottobre denunciati all’Inail 12mila contagi sul lavoro

Il nuovo report elaborato dall’Istituto conferma la recrudescenza della seconda ondata

Biden ha scelto Anthony Blinken come Segretario di Stato

A lui il compito di rilanciare il ruolo degli Stati Uniti in politica estera

Whatsapp, le funzioni che, forse, non conosci

Strategie e segreti sull’utilizzo dell’applicazione di messaggistica più famosa al mondo

Quando Facebook decise di spendere 16 miliardi di dollari nel 2014 per acquistare Whatsapp, l’app era ancora agli albori del suo percorso di crescita. In poco più di 5 anni, il gruppo fondato da Mark Zuckerberg ha rivoltato l’app di messaggistica, irrobustendola sotto tutti i punti di vista: prima è arrivata la crittografia end-to-end, poi una miriade di funzionalità. Come le note audio, le videochiamate, i gruppi o la possibilità di cancellare i messaggi, senza dimenticarci l’amata/odiata spunta blu che ci segnala quando il contatto ha letto la chat. Ma ora, con l’arrivo della pubblicità e la fusione con le chat di Instagram e Messenger, è bene farsi trovare pronti, scoprendo le 20 funzioni utili per Whatsapp che (forse) non stai utilizzando.

Scrivere in grassetto. C’è un modo per cambiare la formattazione dei caratteri e scrivere in grassetto, corsivo e barrato. Basta usare un carattere speciale prima e dopo il testo: per il grassetto sono due asterischi, per il corsivo due trattini bassi, e per il barrato due trattini ondulati, o tilde. Ma c’è anche un metodo più semplice, basta selezionare la parola o la frase in questione, aprire il menù esteso e scegliere la formattazione che si preferisce.

Bloccare l’accesso indiscriminato ai nuovi gruppi. Addio inviti indiscriminati, basta accedere a Impostazioni, poi Account e Privacy per decidere chi avrà il potere di inserirti in un nuovo gruppo, scegliendo tra Tutti, I miei contatti o Nessuno.

Scoprire chi ha letto un tuo messaggio nei gruppi WhatsApp. Per capire chi ha già letto la chat devi cliccare sul post e scegliere “info”, a questo punto si apre una finestra che ti dice giorno e ora in cui hanno visualizzato la notifica.

Come avviare una chat con sé stessi e metterla in evidenza. Creare una chat con sé stessi può essere un buon modo per raccogliere informazioni, documenti o foto che vuoi avere subito a disposizione. Una sorta di blocco note online che puoi ritrovarti anche sul PC attraverso WhatsApp Web. Non devi far altro che creare ex novo un gruppo con un amico o parente stretto e poi rimuoverlo dalla chat. In questo modo, avrai un gruppo in cui sei presente solo tu e che puoi usare come vuoi: a questo punto basta fissarla in alto e non dovrai nemmeno cercarla ogni volta. È sufficiente tenere premuto sopra la chat e premere l’icona in alto a destra del pin, come si fa normalmente con le mail. Puoi fissare fino a tre conversazioni in cima alla tua lista.

Ascoltare le note audio in sequenza e senza dare fastidio agli altri. Hai mille messaggi vocali da ascoltare? Basta premere “play” la prima volta e l’app te le proporrà tutte in sequenza. Poi basta avvicinare lo smartphone all’orecchio per sentirli in privato.

Registrare i messaggi vocali comodamente. Stanco di tenere il dito sul pulsante microfono? Basta scorrere verso l’alto tenendolo premuto per poter registrare l’audio in tutta libertà.

Cancellare i messaggi già inviati. Hai sbagliato a inviare un messaggio. Se intervieni nel giro di poco tempo hai la possibilità di cancellare la chat prima che il destinatario faccia in tempo a leggerlo.

Recuperare i messaggi cancellati. Se trovi la scritta “Questo messaggio è stato eliminato” puoi scaricare l’app WAMR che ti permette di leggerne il contenuto, recuperando la chat dal cestino. Funziona solo se la installi sul telefono prima che l’altro utente cancelli la chat.

Entrare di nascosto su WhatsApp. Sfruttando l’app Unseen sei in grado di leggere i messaggi che ti arrivano su Whatsapp senza far apparire la spunta blu, così sarà possibile prendere tempo prima di rispondere.

Autenticazione a due fattori. Se hai paura che qualcuno possa accedere al tuo account di Whatsapp è bene attivare questo meccanismo di protezione che invierà un PIN di 6 cifre sul tuo telefono per essere certi che si tratti del tuo numero.

Cambiare numero di telefono dell’account. Se hai cambiato numero non devi disinstallare l’app, ma basta andare nelle Impostazioni, poi Account e Cambia Numero, in questo modo conserverai le chat e basterà verificare il nuovo numero per ricevere i nuovi messaggi.

Whatsapp come Messenger. Se vuoi avere un sistema di notifiche simile a Messenger per Whatsapp con le immagini dei profili che navigano sulla schermata principale dello smartphone, basta scaricare l’app Whatsapp Chat Heads.

Registrare le chiamate su Whatsapp. L’arrivo delle chiamate e videochiamate, anche di gruppo, è stato uno dei momenti chiave nello sviluppo dell’app. Ma come registrarle? Serve un’app esterna che si chiama Registrazione delle chiamate – Cube ACR.

Come scoprire chi ti ha bloccato. Quando una persona viene bloccata, viene tagliata la comunicazione tra questi due indirizzi nell’universo WhatsApp: tu vedi l’aggiornamento dello stato, il profilo e le informazioni fino al momento in cui il passaggio delle informazioni era consentito, mentre se tu scrivi in quella chat, l’applicazione si comporterà come se quel contatto non fosse mai stato iscritto. Per questo motivo, quando tu invii un messaggio non solo non vedi la doppia spunta blu, ma ti compare una sola spunta, che segnala la mancata consegna al destinatario. Come capire però che quel contatto non abbia il telefono spento o sia in una zona senza segnale. Semplice, basta andare a vedere le informazioni sul profilo. Prendi il telefono di un amico o di un familiare, aggiungi su quello smartphone il contatto che credi ti abbia bloccato e verifica le informazioni sul profilo. Se ci sono disparità tra foto, informazioni o stato tra i due smartphone, l’unica motivazione è che tu sia stato bloccato da quel profilo.

Come ascoltare le note vocali di WhatsApp prima di inviarle. I messaggi vocali sono diventati parte integrante dell’applicazione, ma spesso siamo indecisi sull’invio perché parliamo per troppo tempo e non ricordiamo più se siamo riusciti a dire tutto. Allora meglio riascoltare il messaggio prima di inviarlo. Come fare? Registra il messaggio e poi, invece di premere invio, fai un tap sul pulsante per tornare indietro. A questo punto rientra sulla chat e riascolta il vocale prima di decidere se accorciarlo o inviarlo una volta per tutte.

Come avviare una chat con una persona che non è in rubrica. La regola base dell’app di messaggistica è che puoi chattare soltanto con i contatti salvati in rubrica. Però la fase di cambiamento che porterà alla super-app insieme a Messenger e Instagram ha permesso agli sviluppatori di consentirti di chattare davvero con chiunque. Basta creare un link ad hoc e aprirlo tramite il browser dello smartphone o del PC. Scrivi un generico https://wa.me/ e poi agganciaci il numero di telefono della persona che desideri, a questo punto basterà aprire il collegamento per iniziare subito a chattare con quel numero senza doverlo salvare in memoria. Può essere un buon trucco per chi cerca modi originali per depistare il partner sull’importanza delle tue chat su WhatsApp.

Bloccare l’aggiornamento dello Stato. Le Stories di WhatsApp si chiamano Stati e vengono eliminati dopo 24 ore. Non sono molto popolari ed è facile che siano più fastidiosi che altro: per questo è nata un’opzione specifica per nasconderle definitivamente, soprattutto se hai contatti molesti che inviano mille aggiornamenti nel corso della giornata. Apri l’app, premi su Stato e poi seleziona il contatto: a questo punto comparirà un avviso che ti chiederà se vuoi disattivare i suoi Stati. Premendo su Disattiva, non si vedranno più le immagini pubblicate da quel specifico contatto nella sezione Stato.

Come usare Whatsapp con un numero anonimo. Chi vuole utilizzare WhatsApp con un numero anonimo può scaricare un’app esterna che ti consente di avere un profilo separato dalla scheda SIM installata sul tuo smartphone. Sfruttando Text+ puoi creare dei numeri di telefono temporanei per utilizzare WhatsApp in forma anonima e fare scherzi ad amici e parenti o per mettere alla prova la resistenza del tuo partner qualora tu avessi dei dubbi sulla sua fedeltà. Basta scaricare l’app e registrarsi per avere un numero con cui telefonare, mandare SMS o iscriversi nuovamente su WhatsApp sfruttando il nuovo contatto realizzato con il prefisso degli Stati Uniti.

Contrassegnare i messaggi importanti con una stella. Molto spesso può essere utile riuscire a ritrovare un messaggio all’interno di una conversazione. In attesa dello strumento «Cerca», puoi contrassegnare i messaggi utili con una stella. Basta tenerlo premuto col dito e poi usare il tasto della stella per salvarlo tra i preferiti. In questo modo basterà aprire la tab nelle Impostazioni dedicata ai messaggi importanti e avrai subito a disposizione quel link, quell’indicazione o quel testo senza dover scorrere settimane di chat.

Ultimi Articoli

Censis: con la crisi ci sono 600mila nuovi poveri

Più di un italiano su 2 ha paura di restare senza fonti di reddito

Competitività aziende, crescono fatturato e numero di addetti

Nel 2018 il fatturato cresce del 3,8% in Italia e del 3,3% all’estero

Covid: in ottobre denunciati all’Inail 12mila contagi sul lavoro

Il nuovo report elaborato dall’Istituto conferma la recrudescenza della seconda ondata

Biden ha scelto Anthony Blinken come Segretario di Stato

A lui il compito di rilanciare il ruolo degli Stati Uniti in politica estera

Covid: finanziamenti a fondo perduto Veneto

Tutte le soluzioni per le aziende che operano nella Regione